CUBISMO

Appunti sintetici sul

Sorto a dopo il 1907  – Mostra retrospettiva di Cèzanne che ripropone una ricerca incentrata su problemi strutturali e architettonici della forma mettendo in crisi l’aspirazione al puro colore dei e isolando, o quasi, Matisse.

 

Elementi che concorrono alla nascita del Cubismo:

-Passione per l’ negra e primitiva nella quale si scorge l’energia vitale che manca a molte della cultura europea.

 

– Simultaneità della visione: in una immagine unitaria vengono ricomposti frammenti dell’ che sarebbero visibili all’ soltanto in tempi successivi. L’elemento tempo veniva così integrato all’elemento spazio, proprio negli stessi anni in cui lo “-temporalità” (quarta dimensione) era di ricerche scientifiche nel campo del calcolo combinatorio da parte dei matematici.

Nasce il ANALITICO.

Nel 1911 i cubisti espongono al Salon des Indépendants. Il loro critico è Apollinaire.

Compaiono nei quadri elementi che impongono un richiamo alla realtà dell’ in contrapposizione all’irrealtà della composizione (quali lettere, numeri, titoli di giornale).

Nel 1912 vengono introdotti frammenti reali (collages); il primo periodo , detto ANALITICO, del può considerarsi chiuso.

Avvengono due secessioni: una la“SECTION D’OR” (Villon, Gris, Duchamp, Picabia. Herbin) astratteggiante, l’altra “ ORFICO” (Delaunay) ricerche cromatiche e sulla luce.

 

SINTETICO (GRIS) Se il procedimento analitico partiva dall’ per attingere una libera costruzione “astratta”, da un’immagine per trovare le forme, il cubismo partirà dalle per “trovare” delle immagini.

Il quadro aspira a diventare esso stesso oggetto, una nuova realtà viene costruita unendo pure a forme di oggettiva immediatezza.

“Il contenuto della nuova non è l’ ma la nuova unità, il lirismo che sorge interamente dai mezzi (pittorici)”. Scrive BRAQUE.

Lascia un commento